Mancano poche ore ormai alla festa di Halloween e non c’è negozio, brand o media che non ne sia stato contagiato. Quest’anno più del solito, oserei dire. Sì perché se qualche anno fa faceva capolino qua e là qualche timida zucca o per i più giovani era la scusa per far tardi la sera, con addosso un cerchietto a tema o un rossetto appena appena più scuro, ormai Milano, così come il resto d’Italia, è stata contagiata dalla mania del Trick or treat.

A me che piace trovare sempre una scusa per festeggiare, per dare inizio a qualche piccola grande nuova tradizione di famiglia, per decorare la casa in maniera diversa o per avere un look a tema inutile dire che questa festa piace. Mi piaceva già 13 anni fa quando, con la scusa appunto della notte di Halloween me ne andai in discoteca con gli amici e incontrai per la prima volta mio marito, e mi piace ancora di più oggi che c’è la nostra bambina, che come me ama le feste, le occasioni speciali, i pensieri grandi e piccoli, e tutto quello che ne consegue…

 

Ecco allora che da una settimana la mia casa è stata presa d’assalto da decorazioni a tema, dolciumi vari, zucche e costumi di ogni tipo.

Ho fatto incetta di zucche, zucchette, pipistrelli, fantasmini e chi più ne ha più ne metta, grazie al fatto che quest’anno come vi dicevo dove mi giravo era un continuo vedere oggetti a tema.

Ho trovato tantissime cose da Tiger (vogliamo parlare di quanto erano carini i loro fantasmini?), Lidl, Viridea ed Esselunga.

Ci siamo portati avanti per tempo qui a casa, visti i ritmi frenetici della nostra famiglia, e domenica scorsa abbiamo comprato la zucca da intagliare, abbiamo tirato fuori la scatola con le decorazioni dell’anno scorso e iniziato ad addobbare cucina e soggiorno, mixando cose vecchie a quelle appena comprate. Il must? La ghirlanda realizzata da mia madre con tulle viola e ragno glitterato :-)

Poi è arrivato il momento di fare i dolci e così ci siamo messe all’opera: con gli stampini a tema che avevo acquistato abbiamo realizzato dei bellissimi biscotti di pasta frolla al cacao e dei mini muffin da brivido.

Questo e molto altro per il primo appuntamento di Halloween: la merenda stregata dei bambini. Un pomeriggio dedicato a Sofia e ai suoi amichetti, rigorosamente in maschera, tra budini a forma di zucca, caramelle gommose raccapriccianti e giochi da paura. Quali? Prima l’amatissimo Acchiappa fantasmi e poi bendati ad uno ad uno per indovinare le viscide e raccapriccianti sorprese contenute all’interno del sacchetto delle sorprese (da ragni a vermi di zucchero, fino all’appiccicoso Schifidol, tanto amato dai bambini).

Tra giochi, scherzi, il divertentissimo film d’animazione Hotel Transylvania e l’immancabile dolcetto o scherzetto da portare a casa per i bambini la festa è stata un vero successo!

Ma Halloween per me non finisce qui. Il 31 infatti festa in maschera, dove a vestirci saremo anche noi grandi, anticipata da un giro per i vicini di casa a suonare al campanello urlando “Dolcetto o scherzetto?”

Sto ancora pensando al menù per l’occasione, ma sicuramente sarà a base di zucca e tanti tanti scherzetti. Per il centrotavola mi ha dato un’idea meravigliosa il mio amico Alberto Menegardi, flower designer di talento che sicuramente conoscerete, che mi sorprende sempre per le sue idee creative, mai banali, e sempre semplici da realizzare anche per chi come me non ha molto tempo e tanti strumenti a disposizione. Voglio condividerlo con voi: prendete una zucca e togliete la parte alta con un coltello facendo una specie di coperchio. Svuotate la parte interna e inseritevi un bicchiere di plastica. Poi andate al parco e raccogliete foglie colorate, rami, bacche, castagne, ghiande… Tornati a casa inserite le foglie e le bacche nel bicchiere in modo da farle fuoriuscire dalla zucca e poi appoggiatevi sopra il cappello tolto. Deve sembrare che le foglie stiano uscendo dalla zucca. Mettete il tutto su di un vassoio di legno e intorno adagiate le castagne, le ghiande, magari un melograno e qualche candelina in vasetti di vetro. Ed ecco il vostro centrotavola autunnale in perfetto stile Halloween. Che dire? Alberto sei sempre strepitoso!

Qualche altra idea mi è arrivata da Ornella D’Angelo, event planner di Pepper Diva, come le gelatine a forma di verme dentro al calderone della Strega.

Cosa non mancherà sulla mia tavola di Halloween? Senz’altro un dolce speciale. Mi hanno conquistata le mini cake proposte per l’occasione da Vanilla Bakery: deliziose, coloratissime e da mangiare con gli occhi. Lì però ci sono tantissime altre idee come i cupcake a tema, cadeaux di ogni tipo e per chi non volesse organizzare nulla a casa anche un menù tutto da provare per la sera del 31.

Ma di dolci interessanti ne ha proposti tanti anche una delle mie pasticcerie preferite, una chicca che profuma di biscotti e che propone tantissimi incontri, laboratori per bambini e letture interessanti. Dove? Da Carta da Zucchero sempre a Milano.

Per il costume invece sto ancora decidendo… anche se l’ultima parola ce l’ha sempre mia figlia :-)

Nel prossimo post le 10 cose da non perdere di Halloween 2016

 

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest