Se c’è un momento meno indicato per fare una dieta quello è senz’altro l’autunno a mio parere: saranno i primi freddi, le tante, tantissime prelibatezze che la stagione ci offre, o forse l’anticipo del Natale a cui difficilmente riusciamo a dire di no…

Dopo una giornata fuori casa del resto non c’è nulla di più confortante di un piatto caldo, qualcosa che ci faccia immediatamente sentire meglio, sia nel corpo che nell’anima.

Che si tratti di una zuppa fumante, di una fetta di torta o una tazza di cioccolata calda, l’importante è che appaghi i sensi, ci ristori e ci faccia stare bene.

Qualche idea?

Uno dei confort food della stagione è sicuramente rappresentato da zuppe e vellutate. Buone, gustose e perfino salutari. Chiara Maci (avete già scoperto il suo nuovo sito? E’ bellissimo, con tantissime ricette e tante, tante novità in arrivo) ne ha proposta una deliziosa proprio questa settimana sul suo sito. Eccola qui:

Screenshot (51)

Si tratta di una zuppa di fagioli, lenticchie, tante verdure autunnali e curry.

 

Ingredienti:

350g di fagioli secchi

300 g di lenticchie secche

400g di bietole

2 gambi di sedano

1 cipolla grande

2 carote

Brodo vegetale

Sale

Pepe

3 Zucchine

200g Spinaci già puliti

100g di Topinambur

2 cucchiai di Curry

1 Finocchio

Pepe nero

Erbe aromatiche miste

 

Tritate sedano, carote e cipolla e fateli soffriggere in una pentola capiente con olio evo.

Aggiungete i fagioli secchi (che avrete tenuto a mollo la notte precedente), le lenticchie ed il brodo vegetale.

Pulite e tagliate tutte le altre verdure: finocchi, zucchine, topinambur, spinaci e bietole.

Unitele insieme ai legumi e aggiungete anche due cucchiai di curry e le erbe aromatiche miste.

Lasciate cuocere per 1 ora e mezza circa, fino a che tutte le verdure non saranno cotte.

Servite con olio evo a crudo e una macinata di pepe nero.

Un altro piatto assolutamente confort, ma forse meno dietetico (ma abbiamo detto appunto che non è periodo di diete), è la polenta con il gorgonzola. Un piacere unico e squisito.

Polenta liquida con rane e Gorgonzola DOPQuesta nella foto è sicuramente una versione più gourmet di quella classica che ci prepariamo a casa. E’ infatti la proposta dello chef Antonino Cannavacciuolo, testimonial del Gorgonzola DOP, che l’ha interpretata proponendola accompagnata con le rane. Non per tutti forse, ma sicuramente deliziosa.

fetta

Comunque lo cuciniate ricordatevi che il gorgonzola è una cosa seria. Non sto scherzando, un vero e proprio vanto italiano, da tutelare, rispettare e valorizzare.

E cosa c’è di più di dolce di uno strato di morbido gorgonzola su una fetta di pane o di una filante polenta resa unica dal gusto di questo formaggio?

Ora passiamo ai dolci, sì perché nella stagione fredda con la scusa delle temperature e delle giornate magari piovose non c’è niente di meglio di una fetta di torta a consolare l’anima e a ristorarne i sensi.

Screenshot (53)

Ci sono tanti luoghi che ci vengono in soccorso con proposte uniche e deliziose. Uno dei miei posti del cuore, soprattutto in autunno, è la pasticceria Carta da zucchero di Milano. Un piccolo e curatissimo spazio dedicato ai dolci, alle cose buone e fatte con amore, che accosta proposte di pasticceria italiana e francese a consigli di lettura e laboratori creativi.

Tra brioches, piccola pasticceria e torte quella che sicuramente è la regina della stagione è quella di zucca. Un piacere unico!

23439441_2026970193996082_1428794263_n

E infine il re dell’autunno, protagonista di merende e pomeriggi freddi. Sto parlando ovviamente della cioccolata calda. Ci sono le versioni casalinghe pronte all’uso, quelle speziate o al profumo di cannella e vaniglia e poi ci sono quelle che si degustano in giro per la città.

Un indirizzo sempre a Milano dove trovare una cioccolata unica è Farage

Nel cuore di Brera infatti Lina, con tutta la sua passione e il suo amore per le cose belle, ha creato questa cioccolateria dal sapore squisitamente francese, dove a coccolarsi non è solo il gusto, ma tutti i sensi. La sua cioccolata calda fondente con lamponi è uno spettacolo, per il palato e per l’anima.

 

 

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest