E alla fine anche quest’anno è arrivata l’estate con la sua voglia di leggerezza, spensieratezza e soprattutto vacanze. Tra poche settimane infatti inizierà il tradizionale esodo di chi, presto o tardi, lascerà le afose città alla volta delle mete più assolate e richieste. Trolley alla mano, costume all’ultima moda e tutto il necessario per trascorrere una vacanza da sogno: ma oltre a noi per chi ha un animale domestico è tempo di pensare anche a lui e alle sue esigenze.
Sì perché come sappiamo purtroppo estate è sinonimo per i nostri amici a quattro zampe di abbandoni sulle strade, una drammatica abitudine che negli anni ha colpito migliaia di animali lasciati ai bordi delle autostrade per liberarsi di un peso diventato troppo difficile da sostenere.
Sono infatti migliaia (difficile una stima esatta) gli animali maltrattati e abbandonati, e purtroppo il picco di questa terribile situazione si ha proprio nei mesi estivi. A guidare questa triste classifica sono i cani, seguiti da gatti e roditori.
E’ di poche settimane fa la drammatica storia di un cane che a Milano è stato lasciato sul balcone sotto il sole per diverse ore senza riparo né acqua, portandolo alla disperata decisione di buttarsi giù.
Come detto da Michela Vittoria Brambilla, impegnata attivamente da diversi anni per la tutela degli animali, sulle pagine del nuovo numero di Grazia, c’è ancora tanta strada da fare per risolvere un problema come quello degli abbandoni. Molto è stato fatto, ma molto si può e si deve ancora fare. Dalla sterilizzazione degli animali a pene certe per chi commette i reati di maltrattamento e abbandono, fino alla realizzazione di strutture adeguate da parte dei Comuni per togliere dalle strade i tanti randagi.
L’ex Ministro tocca poi un importante punto che sta a cuore a tutti coloro che hanno un animale a quattro zampe come me: il bisogno di campagne per togliere i divieti di accesso ai cani. Sono infatti tante, tantissime le situazioni in cui non sono accettati, rendendo difficile la vita a chi vuole condividere la propria vacanza con l’amico a quattro zampe.

img_5881.jpgSì perché da proprietaria di un cane mi sento particolarmente toccata da questo tema. Le vacanze è bello trascorrerle tutti insieme anche con Fido. Tuttavia spesso sembra una missione quasi impossibile.
La mia esperienza?
Sono come ogni anno in Sardegna per trascorrere le mie vacanze in famiglia e anche qui la situazione non è sempre facile, partendo proprio dal viaggio.
Noi abbiamo scelto di arrivare qui in nave e grazie alla possibilità di utilizzare la cabina per gli amici a quattro zampe abbiamo potuto viaggiare comodamente, senza dover chiudere la nostra cagnolina nel canile dove abitualmente vengono chiusi i cani (una zona sul ponte della nave con gabbie di diverse dimensioni, purtroppo accompagnata dal rumore costante e assordante dei motori, che com’è normale che sia li terrorizza e li agita moltissimo). Purtroppo le cabine a loro dedicate sono poche e nei mesi più richiesti è difficile trovarle libere. E’ necessario quindi prenotare per tempo.

Ricordatevi poi di portare con voi il libretto sanitario dell’animale, il certificato di buona salute, guinzaglio e museruola. E’ bene infatti tenere a mente che solo rispettando anche chi non ha o non ama gli animali si potranno conquistare maggiori diritti. Purtroppo infatti sono ancora tanti, tantissimi a non rispettare le più normali regole del buon vivere con un animale: dal pulire i suoi bisogni, a tenerlo al guinzaglio…
Per il soggiorno fortunatamente noi siamo a casa nostra quindi non abbiamo avuto problemi, ma sono tante ancora le strutture che non accettano animali o che danno libero accesso esclusivamente a quelli di piccole dimensioni.
Estate vuol dire soprattutto mare e soprattutto qui arriva la nota dolente. Sì perché se per hotel e villaggi la situazione non è idilliaca, per le spiagge è davvero terribile.
Sono pochissimi infatti gli stabilimenti che accettano i cani, obbligando i loro proprietari a lasciarli a casa (cosa non sempre facile).

Io qui in Sardegna ho avuto il piacere di provare l’esperienza della spiaggia per cani proposta dal Camping e Villaggio Tiliguerta a Capo Ferrato, nel Sud Est della Sardegna. La struttura che offre ogni tipo di comodità a chi sceglie di alloggiare nei bungalow o nelle casette a ridosso della spiaggia ha infatti da alcuni anni realizzato la prima Dog Beach della costa. Aperta anche a chi non alloggia nella struttura, Tiliguerta Dog Beach è un’ottima soluzione a chi ha un cane e vuole portarlo in spiaggia con lui (ricordatevi che nelle spiagge pubbliche è possibile solo al calar del sole).
Il plus di questa spiaggia è la presenza di un educatore cinofilo molto preparato e attento alle esigenze degli ospiti pelosi della spiaggia. Completano il tutto una ciotola d’acqua fresca per ciascun animale e una doccia per pulirli dalla salsedine.


Come spesso accade in Italia certo non si tratta di una soluzione per tutte le tasche, ma chi vuole vivere l’esperienza di una giornata con il proprio amico a quattro zampe sotto l’ombrellone questa può essere una soluzione.
La Tiliguerta Dog Beach non è la sola naturalmente in Italia: una delle più attrezzate si trova in Liguria ad Albisola, il Bau Bau Village. La struttura offre corsi di educazione cinofila, addestramento e lavoro in acqua, un campo Agility, il servizio doccia, un market con prodotti ad hoc e tanto tanto altro…
Se anche voi avete un animale a quattro zampe vi invito a pensare alle vostre vacanze nel suo rispetto, trovando la soluzione migliore. Per chi proprio non riesce a trovare un alloggio in villeggiatura che lo accetti in città sono tanti coloro che offrono servizio di asilo. A Milano ha appena aperto le porte una nuova struttura che può fare al caso vostro, la Zampinoteca
Il mio consiglio però se potete è di passere le vostre vacanze insieme a chi durante l’anno vi ha regalato momenti di affetto e di divertimento, perché certamente anche d’estate saprà certamente donarvene.
E come ha detto Michela Vittoria Brambilla “C’è tanto lavoro da fare per proteggere gli animali domestici, che sono sempre più amati e rispettati dalle nuove generazioni. Per questo sono fiduciosa: spero che i figli sappiano educare i loro genitori”.

Il futuro grazie alle nuove generazioni forse sarà migliore per i nostri amici a quattro zampe, ma dobbiamo impegnarci sin d’ora per educarli al rispetto, all’amore e alla condivisione.
Per sostenere la Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente fino al 26 giugno è in corso la campagna di sms solidali (al numero 45523). Un piccolo gesto per Fido e Micio, un grande gesto per il loro futuro.

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest